Fare analisi logica del periodo online dating

In Finlandia il più recente rapporto della polizia denuncia un aumento dei reati sessuali del 23% nei primi 6 mesi del 2017 ed un calo del 5% di quelli commessi da stranieri. Certo che no e se qualcuno lo pensa è un imbecille.Ma la percentuale degli abusi sessuali commessi da immigrati continua ad essere altissima, quasi il 30%. Ma è un imbecille anche chi nasconde l’identità di uno stupratore quando è un immigrato, per non suscitare sentimenti razzisti.Allora proviamo ad affrontare il tema senza tabù e senza pregiudizi.I NUMERI IN ITALIA Stefano Zurlo, su Il Giornale, ha riportato una notizia scioccante: un’ indagine di Demoskopika, realizzata elaborando dati del Viminale, ha svelato che .In tutti i paesi che hanno adottato politiche di accoglienza massiccia i reati a sfondo sessuale sono tra quelli con maggiore aumento, insieme ai furti.

Della donnetta “serracchietta” preferisco non parlare, mi rifiuto di parlare, che altro dire se non quello già detto e ridetto cento volte nel blog sulla sua “bravura”…forse? Tu ribatti con la “pompa di bicicletta”, che io giudico una delle poche azioni meritevoli di Bonino. Vedi, Alvaro, se tu continui a girare attorno al problema, io mi metto a girare con te.

Soeren Kern analista del Gatestone Institute e studioso dei problemi connessi alla migrazione in Germania l’ha definita una .

IL CAPODANNO DI COLONIA Il caso più eclatante avvenne la notte di Capodanno del 2015, quando circa 1200 donne subirono aggressioni e molestie sessuali in diverse città tedesche (600 solo a Colonia e 400 ad Amburgo). La polizia tedesca denunciò i fatti di Colonia come applicazione del Taharrush, una sorta di “molestia sessuale collettiva” (che a volte si conclude con stupri di gruppo) praticata in alcuni paesi islamici e venuta alla ribalta dei media occidentali durante le manifestazioni di piazza della Primavera Araba, quando si verificarono diversi casi di violenze ai danni di giovani donne musulmane.

PREGIUDIZI E TABÙ L’argomento è scottante e viola il rigido protocollo imposto dai talebani del politically correct.

Certo, se decidete di affrontarlo, aspettatevi la solita accusa di essere i nipotini di Goebbels.

Leave a Reply